Renato Mattia

“Romano de Roma”, Renato nacque nel 1930 a “Borgo”, il pittoresco quartiere oggi in gran parte scomparso a seguito delle demolizioni attuate per la costruzione di Via della Conciliazione, la grande strada che conduce da Castel S. Angelo a S. Pietro.

Era figlio di un abile plasticatore e mosaicista della celebre scuola vaticana e fratello di Mario, insieme al quale fu tra i fondatori dell’Associazione Italiana Amici del Presepio. Mario, anche lui abilissimo presepista, in seguito diventerà Presidente dell’Associazione Italiana Amici del Presepio.

Profondo conoscitore del colore e abilissimo nell’uso dell’illuminazione e della prospettiva, Renato, con il fratello Mario, nel 1947 “inventò”, nella Parrocchia di Santa Maria in Via, un nuovo “stile” di Presepio romano, che soppiantò nel tempo le tradizionali grotte e stalle in sughero che caratterizzavano le rappresentazioni della Natività in uso nelle famiglie romane.  

Forse perché impregnato dall’aria di “romanità” che certamente si respirava in Borgo, Renato iniziò a riprodurre nel presepio angoli di quella Roma a cavallo tra fine ‘800 e primi ‘900, ispirandosi agli acquerelli del pittore di origine austriaca Ettore Roesler Franz, attivo nella Capitale tra i due secoli, che immortalò in una serie infinita di quadri e disegni gli angoli più caratteristici della città, opere che oggi costituiscono una sorprendente e preziosa documentazione di una Roma ormai scomparsa (infatti la sua opera è complessivamente conosciuta come “Roma sparita”).

La sua intuizione ebbe un successo forse imprevisto e imprevedibile, tanto che oggi a Roma il presepio “è” quello ambientato nella città di fine Ottocento. A Santa Maria in Via, oggi sede della Sezione romana dell’Associazione Italiana Amici del Presepio, intitolata a Mario Mattia, dalla sua scomparsa avvenuta tre anni fa, la tradizione continua e ogni anno vengono riprodotti scorci sempre diversi, ricostruiti dopo un attento e approfondito studio iconografico, architettonico e sugli usi e costumi dell’epoca.  

 

Renato Mattia scomparve, purtroppo prematuramente, nel 1978.

galleria fotografica

APERTURE

 Mercoledì e sabato: 17,00-19,30

Chiuso: luglio e agosto
Altri giorni e orari su appuntamento

  

Entrata a offerta libera

Via Tor de’ Conti, 31/a  00184 Roma

 

Maggiori informazioni ...

CONDIVIDI CON GLI AMICI

E CLICCA "MI PIACE"
E CLICCA "MI PIACE"

NEWSLETTER