Giuseppe Criscione

Giuseppe Criscione

(Vallelunga Pratameno 1940)

 

Giuseppe Criscione è stato uno dei maggiori interpreti dell’arte presepistica italiana. Siciliano, valente pittore ma soprattutto scultore noto in tutto il mondo, Criscione ha iniziato a lavorare nel 1964 nella sua bottega a Ragusa, ma era nato, nel 1940, a Vallelunga Pratameno, vicino Caltagirone, e può considerarsi il più abile e fedele continuatore della locale grande tradizione della scultura in terracotta, che data al XVIII secolo e che ebbe nei Bongiovanni-Vaccaro i massimi esponenti. Di questa scuola Criscione seppe cogliere il realismo minuzioso che ha caratterizzato tutte le sue creazioni, non solo presepistiche: gli abiti logori, i mille dettagli, la potenza espressiva dei volti, la naturalezza degli atteggiamenti, tutto contribuiva a rendere vive e palpitanti le sue statue. Criscione ha saputo conferire alle sue creazioni una evidente personalità di atteggiamenti tanto che le sue opere risultano assolutamente riconoscibili e originali.

Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, e le sue statue, che impreziosiscono tanti diorami che ogni anno possiamo ammirare nelle varie mostre, sono esposte in molti presepi permanenti e nei principali musei in tutto il mondo, compreso il nostro museo di Roma che conserva una serie di statue in terracotta naturale di straordinaria bellezza.

Criscione ha saputo coinvolgere nella sua attività il figlio Alberto, diventato anch’egli valente scultore: a lui è affidato ora il compito di continuare a far vivere la storica “bottega” di Piazzetta Tomei a Ragusa, rinnovando e tramandando l’arte paterna.

Si è spento nel novembre 2013.

galleria fotografica

APERTURE

 Mercoledì e sabato: 17,00-19,30

Chiuso: luglio e agosto
Altri giorni e orari su appuntamento

  

Entrata a offerta libera

Via Tor de’ Conti, 31/a  00184 Roma

 

Maggiori informazioni ...

CONDIVIDI CON GLI AMICI

E CLICCA "MI PIACE"
E CLICCA "MI PIACE"

NEWSLETTER